è necessario inserire la Legge sulla privacy nei CV?

In realtà nella maggior parte dei casi non è necessario inserire la legge sulla privacy nel Curriculum; infatti la si deve inserire soltanto nel caso (rarissimo) in cui inserite dei "dati Sensibili" al interno del vostro CV.
E con dati sensibili si intendono: Orientamento Politico, Convinzioni Religiose, Stato di salute, Preferenze sessuali, Fedina penale, Iscrizioni a Partiti o Sindacati.

Se quindi nel vostro curriculum parlate della vostra carriera politica, sindacale o religiosa; allora Si, in quei casi dovete per forza dare "l'autorizzazione ai Dati Sensibili" e lo si fa inserendo alla fine del Curriculum la seguente frase:

"Autorizzo il trattamento dei dati personali contenuti nel mio curriculum vitae in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003."

In realtà molti datori di lavori non hanno idea del significato legale di questa frase; e continuano a richiedere la presenza di questa frase anche nei casi in cui non sarebbe necessaria.
Conviene quindi inserirla sempre per non rischiare che la vostra candidatura al lavoro sia cestinata senza neanche essere letta.

Nessun commento:

Posta un commento